giovani-per-la-pace-bambini-scuola-169-1

“I bambini vogliono la scuola”. Manifestano gli studenti dei Giovani per la Pace

Un flashmob a Villa Borghese per dire “I bambini vogliono la scuola”. I Giovani per la Pace di Roma si ritrovano insieme dopo le vacanze con il desiderio di continuare ad aiutare i bambini, ora che la scuola riapre dopo la sua chiusura, la più lunga di tutte.

In estate i bambini hanno studiato con i giovani nelle Summer school, centri estivi didattici promossi dalla Comunità di Sant’Egidio, nati per rispondere alla grande domanda di scuola, e di una didattica che accorci le distanze. Per i volontari, i centri estivi sono stati la sorpresa di essere utili nel momento di maggior bisogno ma è stata anche la scoperta di tante povertà, di famiglie senza mezzi per fare seguire le lezioni ai più piccoli.

Nel nuovo anno scolastico gli studenti delle superiori dei Giovani per la Pace (GxP) vogliono mettere al centro i bambini, che non hanno voce. Il dibattito pubblico è stato assorbito da questioni come l’economia, il calcio, le discoteche, le vacanze, mentre al tema ‘scuola’ si è guardato con una certa rassegnazione, date le sue difficoltà specifiche. In estate i GxP hanno seguito l’invito della Comunità a essere creativi, per aprire spazi per la didattica, nel massimo rispetto delle norme anti-Covid.

Il ritorno – si spera quanto prima – a una vita senza le restrizioni del Covid-19 non sia un ritorno alla pigrizia e alla rassegnazione. È l’intenzione dei GxP, che in questi mesi hanno fatto sentire la loro voce per gli anziani, che hanno pagato con la vita la loro solitudine. Continua l’impegno per “Salviamo i nostri anziani” e per tutti quanti soffrono le conseguenze della pandemia.

Per saperne di più

Contatta i Giovani per la Pace »

 

CONTATTACI

Scrivici qui e ti rispondiamo per mail nel minor tempo possibile! Giovani per la Pace

Sending

©2020 LG-Design.it a theme from LG-Design

or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Registrati