Categoria: Attualità

Città dei Poveri – Città di Tutti – 16 marzo 2013

Città dei Poveri - Città di Tutti - 16 marzo 2013

Un incontro cittadino organizzato dai “Giovani per la Pace” e dagli universitari della Comunità di Sant’Egidio per promuovere la cultura della solidarietà e dell’amicizia con i poveri. La città può cambiare a partire dagli amici per la strada, dai bambini, dai giovani e dagli anziani per attivare la Speranza e costruire un futuro migliore per ognuno di noi. Ascolteremo le testimonianze di alcuni nostri amici senzatetto, di giovani liceali e universitari. Ci collegheremo con i Giovani per la Pace di Scampia (Napoli) per condividere con loro e con i bambini della loro Scuola della Pace questo desiderio di amicizia. Le band del movimento musicale “Sounds for Peace” suoneranno per noi in anteprima a poche settimane dalle audizioni del concorso “Play Music Stop Violence“. L’incontro si terrà alla Facoltà di Ingegneria-San Pietro in vincoli (vicino alle stazioni della metro B Colosseo e Cavour).

Continua la lettura

Cambiare il mondo a partire dai poveri, in Puglia

Cambiare il mondo a partire dai poveri, in Puglia

“Cambiare il mondo a partire dai poveri”, con questa proposta i Giovani per la Pace di Roma si sono presentati ai ragazzi pugliesi. Questo evento è stato un nuovo tassello alla storia di amicizia tra i Giovani per la Pace e i giovani pugliesi iniziata questa estate. È stata una giornata ricca di incontri: nella mattina, prima dell’assemblea cittadina, si sono tenuti due incontri sulla pace in Mozambico nella succursale dell’istituto Morvillo a San Vito dei Normanni e all’istituto Giorgi di Brindisi. In questi luoghi di comprovata accoglienza, i nostri amici hanno conosciuto per mezzo delle parole degli oratori il nesso tra la “pace italiana” in Mozambico e la prospettiva di pace a Brindisi, Mesagne, San Vito, Campi Salentini. È un viaggio a più riprese: i Giovani per la Pace hanno iniziato a visitare questi luoghi a partire da un ricordo di dolore (l’attentato del 19 maggio 2012 all’istituto Morvillo Falcone in cui perse la vita la studentessa Melissa Bassi di 16 anni, mentre altre ragazze rimasero ferite) per portare un messaggio di speranza. Con la preghiera e l’amicizia con i poveri possiamo conoscere Gesù: “Conoscete infatti la grazia del Signore nostro Gesù Cristo: da ricco che era, si è fatto povero per voi, perché voi diventaste ricchi per mezzo della sua povertà”. II Cor 8,9.

Continua la lettura

Il giorno di Modesta

Il giorno di Modesta

    In queste settimane la tragedia delle vittime del rogo del sottopasso di Corso d’Italia   ha riportato all’attenzione della cittadinanza le condizioni in cui vivono a Roma le persone senza dimora. Da trent’anni, a Roma, la Comunità di Sant’Egidio ricorda le vittime della vita in strada, a partire dalla morte di Modesta Valenti, un’anziana senza fissa dimora, di 71 anni, che viveva per strada n…ei pressi della Stazione Termini, dove si rifugiava la notte per dormire. Il 31 gennaio 1983 Modesta si sentì male proprio alla Stazione Termini e l’equipaggio dell’ambulanza che accorse alla chiamata non volle prenderla a bordo perché, a causa delle condizioni in cui viveva, era sporca e aveva i pidocchi. Modesta morì dopo ore di agonia, in attesa che qualcuno decidesse di prestargli soccorso. In ricordo del 30° della morte di Modesta Valenti e di tutte le persone senza dimora scomparse a Roma abbiamo celebrato in diversi luoghi di Roma una messa a cui sono stati invitati i poveri La Comunità di Sant’Egidio e i Giovani per la Pace hanno così fatto memoria, come ogni anno, di Modesta e di tutti gli amici che hanno vissuto nelle strade della Capitale e che sono morti in questi 30 anni. Nel corso della celebrazione è stato ricordato il nome di ciascuno, perché nessuno sia dimenticato. Mai. A seguire è stato offerto un pranzo a tutti i poveri presenti.

Continua la lettura

PLAY MUSIC STOP VIOLENCE cambia il mondo con la tua musica

PLAY MUSIC STOP VIOLENCE cambia il mondo con la tua musica

La musica ha una grande forza, e può fare molto per cambiare il mondo. I giovani musicisti con “PLAY MUSIC – STOP VIOLENCE” sono chiamati a comporre brani che insieme lancino un grande messaggio: stop violence! No alla violenza, alla guerra, al razzismo, alla povertà; si alla pace, al rispetto per l’altro, alla solidarietà, alla musica che unisce oltre ogni barriera. Proprio la musica, con il suo grande potere comunicativo, può essere il veicolo per lanciare questo messaggio e diffonderlo tra i giovani. “PLAY MUSIC – STOP VIOLENCE”: i musicisti possono, e devono fare la loro parte!

Continua la lettura

CONTATTACI

Scrivici qui e ti rispondiamo per mail nel minor tempo possibile! Giovani per la Pace

Sending

©2022 LG-Design.it a theme from LG-Design

or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Registrati