Le leggi razziali del 1938 commentate dai disegni dei bambini della periferia di Roma

Prorogata fino al 2 dicembre 2018 al Museo di Roma in Trastevere la mostra dei bambini delle Scuole della pace di Sant’Egidio

 

Per tutto l’anno bambini e ragazzi hanno riflettuto, discusso, dialogato sul tema delle leggi razziali e dell’esclusione. Tante le testimonianze che hanno accompagnato questo percorso, come quelle di Nando Tagliacozzo e Sami Modiano.

 

Paese dell'arcobaleno

   

Prendi la tua cartella e vattene da scuola” è la frase rimasta impressa nel cuore di quei bambini che nel 1938 furono espulsi dalle loro classi, dalle loro scuole, solo perché ebrei; ma è anche la frase rimasta nel cuore dei bambini della scuola della pace ispirando tanti lavori, pensieri, disegni, installazioni che hanno dato vita alla mostra.

Non è giusto” “Perché?”

Queste le frasi che si leggono passeggiando tra i corridoi del museo, rileggendo quel capitolo di storia, forse ultimamente dimenticato, attraverso i disegni e le parole dei bambini.

La mostra è strutturata come un percorso, che è lo specchio di quello vissuto dalle Scuole della pace di Roma in questi mesi. Un percorso che parte dal racconto delle leggi razziali, passando per le emozioni dei bambini espulsi ed esclusi allora come oggi, per arrivare al ruolo della scuola nel fondamentale processo dell’inclusione, concludendosi con la possibilità di un mondo di pace ed amicizia tra tutti: il sogno e la realtà delle scuole della pace.

I disegni esprimono tristezza, senso dell’ingiustizia, disperazione, ma anche speranza, resistenza, amicizia,  voglia di cambiare il mondo. Tante emozioni quante ne suscitano nei visitatori che scelgono di vivere questo viaggio di memoria e speranza guardando il mondo con gli occhi dei bambini.

     

PER INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI >>

      

Tags:

CONTATTACI

Serve aiuto? Inviaci una email. Ti risponderemo il prima possibile.

Sending

©2018 LG-Design.it a theme from LG-Design

Diffondi la pace

Condividi con i tuoi amici !

or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Registrati