Alla #Festadeinonni #InonniRaccontano!

Oggi è la #FestaDeiNonni

I nonni sono la nostra memoria, i nonni sono quelli che ti hanno accudito forse più di mamma e papà. Stanchi, anziani rugosi, quando eri bambino sembravano forti come querce, ti prendevano e ti capovolgevano. Ruote panoramiche umane, la ruggine del tempo oliata con l’amore per un bambino più loro del loro.

Le nonne in cucina, alchimiste di sapori incredibili, la stessa cosa, lo stesso cibo che mangiavi a casa era più buono quando era fatto dalla nonna. Dispensatrici di saggezza, dissipatrici di paranoie: “fateli giocare questi bambini!”

I nonni ci hanno temprati con l’alcool etilico sulle ginocchia sbucciate, le nonne hanno regalato le prime gonnelline fatte a mano. Ci hanno insegnato la meraviglia del nome di quelle pennellate indistinte che oggi chiamiamo fiori. Ci hanno insegnato le prime preghierine ed hanno pregato per noi.

16602704_751426931682709_2650200701341729216_n

I nonni parlano, #InonniRaccontano, aprendo i nostri cuori al passato facendoci sognare nel presente e nel futuro

La nonna di Gregorio che oggi ha novant’anni, racconta che quando c’era la guerra la morte era dietro l’angolo, le bombe piovevano sulla città, ma le giovani ragazze non riuscivano a perdere la speranza.

Il nonno di Francesca racconta di avere corteggiato la nonna di Francesca per almeno due anni, andando allo stesso cinema, comprando negli stessi negozi e alla fine spuntando sotto casa del bisnonno di Francesca con un mazzo di rose. Il bisnonno di Francesca avrebbe raccontato di avere accolto il nonno di franscesca con una doppietta… Alla fine andò tutto per il verso giusto.

17156278_765776230247779_2793892219651189751_n

Il nonno di Paolo che ha i genitori bianchi, racconta lo stupore di aver visto per la prima volta il suo nipotino nero, e di averlo abbracciato fino a quasi stritolarlo, ridendo come fosse ubriaco.

La nonna di Antonella aveva un fratello bellissimo “poteva fare l’attore”… ed è vero, perché vennero dei registi per scritturarlo. Eravamo fascisti, dice la nonna di Antonella, lo eravamo tutti. Odiai Mussolini con tutta la mia anima, quando mio fratello partì per la Russia. Dovevamo vincere. Mio fratello è disperso in russia, chissà se tornerà.

Scrivi anche tu il ricordo del racconto di un nonno e condividilo con noi usando l’hasthag #InonniRaccontano 

22089190_877921462366588_1491646806009642873_n

Tags:

CONTATTACI

Serve aiuto? Inviaci una email. Ti risponderemo il prima possibile.

Sending

©2017 LG-Design.it a theme from LG-Design

Shares
Share This

Diffondi la pace

Condividi questo articolo con i tuoi amici !

or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Registrati