Fotodiario di una giornata indimenticabile

Domenica 15 giugno 2014, è una di quelle date che non scorderemo mai.

Papa Francesco ha voluto incontrare la Comunità di Sant’Egidio nel quartiere Trastevere, a Roma, andando ad omaggiare con la Sua Preghiera la Basilica di Santa Maria in Trastevere e la Chiesa di Sant’Egidio, da cui la Comunità prese il nome.

Un appuntamento imperdibile per gli amici di tutte le età, provenienti da posti anche molto lontani: c’erano siriani, africani, filippini, ecc.

Erano presenti anche delle delegazioni dei Giovani Per la Pace di varie parti del Lazio e d’Italia (Puglia, Liguria, Lombardia, Campania, Sicilia….)

Purtroppo c’era anche la pioggia, tanta pioggia, abbattutasi violentemente sul centro di Roma già alle tre del pomeriggio. L’attesa è stata lunga, l’acqua è scesa “a secchiate”, come si dice a Roma, ma la gioia di incontrare il Papa ha colmato ogni malumore.

Le ragazze che hanno accompagnato i bambini dalla periferia romana fino a piazza S.Egidio non si sono perse d’animo ed hanno improvvisato un’Arca di Noè “moderna”, riparando per quanto possibile i bambini dal violento nubifragio.

Nonostante avessi con me una macchina fotografica ed uno smarphone, non ho scattato nessuna foto al Papa.

Perché mi chiederete voi? La risposta è racchiusa in questa foto:

Il papa era appena uscito dalla Basilica di Santa Maria, e i bambini della scuola della Pace cercavano di avvicinarsi alle transenne per salutare il LORO Papa, ma alcuni signori, un po’ per emozione, un po’ per maleducazione, non avevano alcuna intenzione di lasciare le transenne a cui erano gelosamente abbracciati.

Accanto a me, ho visto la piccola Suami, che non riusciva ad avvicinarsi. Ma lei aveva una missione da portare a compimento: DOVEVA assolutamente consegnare una lettera a Papa Francesco, scritta a mano e arricchita con un suo bellissimo disegno. (nella foto si vede che la stringe forte forte nella sua manina).

L’ho presa sulle mie spalle, e per evitare che cadesse sporgendosi in avanti l’ho tenuta con entrambe le mani. Non sono riuscito a scattare una foto al Pontefice, ma il GRAZIE di Suami per aver partecipato a questa sua missione, resterà per sempre impresso nei miei ricordi.

P.S. è piovuto ininterrottamente durante l’attesa del Papa e durante la Preghiera svoltasi a S.Maria in Trastevere. Il cielo è stato clemente solo durante la “passeggiata” del Pontefice. Se non è un miracolo questo!

Avete altri racconti, episodi, sensazioni, foto, testimonianze di questo bellissimo incontro?

Mandatele alla nostra redazione e verranno pubblicate sul blog.

Em.Me.

CONTATTACI

Scrivici qui e ti rispondiamo per mail nel minor tempo possibile! Giovani per la Pace

Sending

©2021 LG-Design.it a theme from LG-Design

or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Registrati