Stereotipi di studenti universitari Parte 1

La vita dello studente sotto un’ ottica umoristica.
Ammettiamolo senza troppa ipocrisia. Almeno una volta nella nostra carriera universitaria (dico una per essere ottimista, sia chiaro)  ci siamo divertiti a sminuire l’ importanza di altri dipartimenti. Ebbene si, anche a te è capitato di puntare il dito contro la vita universitaria di amici dimostrandogli l’ inutilità e soprattutto la facilità del loro corso di studi rispetto al tuo. Visto che la tendenza è sempre quella di difendere la propria amata sede, in questo post si mostreranno i luoghi comuni, le leggende metropolitane di ogni facoltà con i  propri pro e contro.
Il post non vuole colpire qualcuno in particolare e salvare invece qualcun’ altro. Noterete che nessuno verrà risparmiato. Buona lettura.

MEDICINA
Iniziamo ovviamente dall’ elité universitaria per antonomasia.
La categoria dei medici è la più spocchiosa che possa esistere e la più odiata da tutto il mondo universitario. Gli aspiranti medici iniziano la loro carriera sentendosi come Vittorio Sgarbi nei programmi Tv. Dire 17 volte “capra” conferisce al critico d’ arte una certa onnipotenza e superiorità  verso l’ interlocutore. Così gli studenti si sentono verso le future anime disoccupate degli altri dipartimenti. Peccato che il fomento durerà poco. Incominceranno a maledirsi dopo l’ ennesima serata rinchiusa a casa mentre gli amici faranno baldoria a destra e a manca. Inutile dire che dei 9274 iscritti del 1° anno, solo 50 o poco più riescono a superare il cosiddetto Rubicone.

Appellativo: Quaquaraquà

PSICOLOGIA
Dipartimento stracolmo di gente psicolabile in cerca dell’ illuminazione, dell’ essenza della vita. In alcuni casi tra gli iscritti si trovano madri di 20 anni con 4 figli e il compagno al carcere di Rebibbia alla disperata ricerca di un aiuto oppure persone in crisi esistenziali pronte ad arrivare persino in Burkina Faso pur capire se le zebre sono nere a strisce bianche o bianche a strisce nere. Purtroppo il docente medio è rappresentato da Gigi Marzullo, capace di tenere un lezione intera sul nuovo giorno che è appena finito e il nuovo giorno che è appena iniziato. Gli studenti usciti da questa sede universitaria (con le dovute eccezioni fortunatamente) arriveranno alla tomba di Freud e ci seppelliranno vivo lo stesso Marzullo.

Appellativo: Poeti maledetti

GIURISPRUDENZA
 Terminato l’ esame di maturità si giunge alla dolente scelta di vita. Coloro che sono indecisi sul da farsi, scelgono senza rigore di logica questo pazzo dipartimento. Eh si, perché giunti alla prima lezione le uniche parole che si riescono a comprendere sono il nome e cognome del professore. Diritto è ovunque e ti perseguiterà persino al bagno dell’ università dove troverai scritti sul muro articoli della costituzione, leggi ordinarie e cosi via. Gli iscritti al primo  anno non capiscono che in Italia ci sono più avvocati che venditori ambulanti di fazzoletti Scottex. Nonostante questo imperterriti continuano la loro carriera sperando di diventare  un giorno i nuovi paladini della giustizia. Impossibile non descrivere il conformismo femminile in questo dipartimento. Infatti le ragazze sono fatte con lo stampino. Portano tutte quante quelle maledette borse (Gucci o Vuitton ovviamente) con quel maledetto braccino alzato. Mi consolo pensando che l’ artrosi sarà la loro compagna negli anni futuri.

Appellativo: Diavolo veste Prada

SCIENZE POLITICHE
Questa facoltà in un certo senso è la cenerentola del mondo universitario. Questi studenti si fanno odiare da tutti e da tutto. Vengono derisi per la loro inefficienza e inutilità nel vivere persino dagli studenti di Lettere e Filosofia. Ricoprono in un’ ipotetica piramide sociale universitaria il penultimo posto (l’ ultimo appartiene ad una sede che descriverò in altro post). Un muratore in cassa integrazione guardandoli ringrazierebbe la dea Tiche di lavorare sotto il sole cocente pur di non fare la loro triste fine. Le leggende secondo cui questi studenti sono degli sclerotici non sono proprio infondate visto che gli scontri verbali e non fra fascisti e comunisti sono comuni come le belle donne al fianco di Berlusconi. Da questo caos generale ogni tanto però esce un futuro Ambasciatore.

Appellativo: Scienze delle merendine

P.S.
Gli altri dipartimenti non sono stati dimenticati. Verranno descritti nel prossimo post!

                                                                                                                     F.L.

CONTATTACI

Serve aiuto? Inviaci una email. Ti risponderemo il prima possibile.

Sending

©2017 LG-Design.it a theme from LG-Design

Shares
Share This

Diffondi la pace

Condividi questo articolo con i tuoi amici !

or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Registrati