Corea del Nord: Guerra Termonucleare o ennesimo bluff?

Quanti hanno in questi giorni acceso il televisore e  sbigottiti hanno scoperto che il mondo si sta preparando ad una guerra nucleare? Non è uno scherzo o semplice retorica perchè la Corea del Nord questa volta fa sul serio e lo testimoniano i provvedimenti adottati dagli Stati minacciati( Giappone, Corea del Sud e persino gli Stati Uniti) . Ovviamente non desidero gettare il lettore nel panico ma è bene che si conosca la realtà dei fatti internazionali.

Per comprendere la natura del conflitto dobbiamo riavvolgere il nastro fino al 1950. In quegli anni, durante la guerra fredda, Pyongyang(capitale della Corea del Nord) aveva il supporto  economico e diplomatico della Russia comunista mentre a Seul si era insediato un governo nazionalista appoggiato dagli americani. Le tensioni tra le  2 potenze asiatiche iniziarono da allora e celavano un contrasto tra il blocco occidentale statunitense e quello orientale sovietico. Gli scontri militari terminarono col l’armistizio del 1953 che confermò la divisione della Corea al 38° parallelo.

Dopo un apparente periodo di pace tra i due popoli, le rivendicazioni territoriali si sono prolungate fino ad oggi e hanno raggiunto il picco massimo quest’ anno. Le ragioni sono diverse e tutte plausibili. Sicuramente in Corea del Nord, dove vige una dittatura totalitaria di stampo stalinista, il Dittatore Kim Jong Un impone una politica interna ed estera fondata sulla logica del terrore, sull’assenza di pluralismo politico e sociale, su un apparato militare potente. Ogni cittadino è tenuto obbligatoriamente, maschio o femmina, a dedicare parte del suo tempo all’ esercito mentre crisi alimentari e forme di violenza sulla popolazione sono fenomeni comuni. Il dittatore nord-coreano ha affermato che gli armamenti nucleari costituiscono la base della pace giustificando così continui finanziamenti all’ industria  bellica.

In seguito alle continue minaccie nucleari, il Giappone è corso ai ripari installando batterie anti-missile  presso Tokyo. Kim Jong Un ha addirittura lanciato un messaggio agli stranieri della Corea del Sud di lasciare immediatamente il paese per evitare che vengano colpiti dai loro stessi missili. Non sappiamo con certezza cosà accadrà e quali ripercussioni avrà questo conflitto sulla vita di milioni di persone. C’è veramente il pericolo di una guerra nucleare o si tratta del solito bluff? Come sanno i giocatori di poker, il bluff tanto più funziona quanto più sei ricco. La Corea del Nord però è poverissima.

Fabio Lazzari

CONTATTACI

Serve aiuto? Inviaci una email. Ti risponderemo il prima possibile.

Sending

©2017 LG-Design.it a theme from LG-Design

Shares
Share This

Diffondi la pace

Condividi questo articolo con i tuoi amici !

or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Registrati